16.05.2014 (S)montare le figurazioni del femminile: L’autorità

Sguardi sulle Differenze – Laboratorio di studi femministi «Anna Rita Simeone»
presenta il sesto seminario del ciclo 2013-2014: (S)montare le figurazioni del femminile

venerdì 16 maggio 2014
ore 16.00

Sapienza Università di Roma, piazzale Aldo Moro 5, Roma
Facoltà di Lettere e filosofia
Dipartimento di Studi europei, americani e interculturali
Aula Seminario, terzo piano

discussione di:
Luisa Muraro, Autorità, Rosenberg & Sellier, 2013

modera: Luisa De Vita
intervengono: Fabrizia Giuliani, Laura Talarico, Flavia Rossi

 muraro

 

Continue reading

12.04.2014 (S)montare le figurazioni del femminile: La costruzione dell’identità

Sguardi sulle Differenze – Laboratorio di studi femministi «Anna Rita Simeone»
presenta il quinto seminario del ciclo 2013-2014: (S)montare le figurazioni del femminile

sabato 12 aprile 2014
ore 09.30

Sapienza Università di Roma, piazzale Aldo Moro 5, Roma
Facoltà di lettere e filosofia
Dipartimento di studi europei, americani e interculturali
aula II, terzo piano

La costruzione dell’identità

visione e discussione del film:
Tomboy, regia di Céline Sciamma (Francia 2011)

modera: Eleonora Carinci
intervengono: Cristina Comencini, Ilenia de Bernardis, Francesca Rinaldi

Continue reading

Nelle antologie la letteratura non è (ancora) donna

Libri di testo al maschile

Nelle antologie la letteratura non è (ancora) donna

Le scrittrici quasi scompaiono nei manuali. «Colpa dell’impianto storicistico dei testi che trascurano le questioni di genere»

di Valeria Palumbo

«Corriere della sera», 8 marzo 2014

Se già son poche nei manuali di storia, in quelli di letteratura per i licei, le donne quasi scompaiono. Eppure la letteratura, nel mondo, si declina sempre più al femminile. L’esempio più clamoroso è «Rosa fresca aulentissima», antologia della Loescher, firmata da Corrado Bologna e Paola Rocchi. In sette volumi c’è spazio anche per autori sconosciuti, ma non per le scrittrici che hanno vinto il Nobel. Eppure il manuale propone la «letteratura come visione del mondo. Nel sesto volume, che arriva agli anni Quaranta del Novecento, c’è soltanto Virginia Woolf e sono citate Sibilla Aleramo e Grazia Deledda (Nobel nel 1926), accanto a un riquadro dal significato oscuro: «ragioni del ritardo della scrittura femminile in Italia». Nel settimo, il più ricco, ci sono Elsa Morante, Natalia Ginzburg, Anna Maria Ortese, Amelia Rosselli, Alda Merini, con la Yourcenar e la Szymborska limitate all’edizione online. Nemmeno un accenno alle tante Nobel post-guerra: da Gabriela Mistral (1945) ad Alice Munro (2013). Figuriamoci alle scrittrici come Christa Wolf e Toni Morrison: non esistono. Nel volume su Neoclassicismo e Romanticismo, ci sono soltanto Madame de Staël ed Emily Brontë, in un profluvio di autori tedeschi e inglesi. Di Jane Austen, Mary Shelley, George Eliot ed Emily Elizabeth Dickinson nessuna traccia. La situazione peggiora «scendendo» nei secoli: nel Medioevo, tra un fiorire di minori, non si cita neanche Hildegard von Bingen. Nel Rinascimento neanche una parola è riservata a Christine de Pizan e alle prime autrici femministe.

Continue reading

14.03.2014 Le immagini delle donne

Sguardi sulle Differenze – Laboratorio di studi femministi «Anna Rita Simeone»
presenta il quarto seminario del ciclo 2013-2014: (S)montare le figurazioni del femminile

venerdì 14 marzo 2014
ore 16.00

Sapienza Università di Roma, piazzale Aldo Moro 5, Roma
Facoltà di lettere e filosofia
Dipartimento di studi europei, americani e interculturali
aula seminario, terzo piano

Le immagini delle donne

discussione di:
Alessandra Gribaldo e Giovanna Zapperi, Lo schermo del potere. Femminismo e regime della visibilità, Ombre Corte 2012

modera: Sonia Sabelli
intervengono: Carla Subrizi, Valeria Ribeiro Corossacz, Sara Gvero

Continue reading

Piovono pietre. Il linciaggio verbale contro le donne

Le parole sono importanti. Importante è l’uso che se ne fa, soprattutto quando si ricopre un incarico istituzionale, quando si scrive su un giornale, ma anche quando si lancia un messaggio su un social network. Una riflessione sul potere del linguaggio e chi lo detiene

di Maria Serena Sapegno, 25.02.2014,  inGenere.it

“Le parole sono pietre” scriveva Carlo Levi. O non è più così nel mondo dell’immagine? Siamo state costrette, in questi giorni concitati della nostra vita pubblica, a dover occuparci degli insulti a sfondo sessuale rivolti alle donne della politica. Sui giornali e nei blog  si è osservato, anche da voci di donne, come non si debba perder tempo a reagire agli insulti, ponendosi così in atteggiamento vittimistico, e si dia mano invece alle cose importanti.

Vale la pena di soffermarci sul senso profondo di tale dibattito. Chi si dichiara insofferente alle proteste per gli insulti usa talora argomenti legati al savoir vivre salottiero, secondo i quali bisognerebbe avere più senso dell’humour, farsi una risata ed evitare atteggiamenti moralistici o da “suffragette”. Altri adoperano motivazioni più meditate per cui, poggiando il linguaggio su condizioni oggettive e perfino su rapporti di potere che sono precisamente il nocciolo duro che va cambiato, non si possa appunto perdere tempo. E certo non ispirarsi all’ “ipocrisia” del politically correct….

Vorrei sostenere che le parole non sono pietre, sono molto di più. Sono i mattoni con i quali edifichiamo il nostro pensiero, lavorati nel tempo dalla nostra cultura e poi assemblati, più o meno passivamente secondo gli stili e le mode correnti, da ciascuno/a di noi. Senza parole non si produce pensiero ma per converso il nostro pensiero è costretto entro gli argini delle nostre competenze linguistiche, delle letture che abbiamo fatto, dei discorsi che abbiamo sentito, delle esperienze che siamo stati in grado di tradurre in parole. Il linguaggio costituisce il perimetro del pensabile.

Continue reading

14.02.2014 (S)montare le figurazioni del femminile: La madre

Sguardi sulle Differenze – Laboratorio di studi femministi «Anna Rita Simeone»
presenta il terzo seminario del ciclo 2013-2014: (S)montare le figurazioni del femminile

venerdì 14 febbraio 2014
ore 16.00

Sapienza Università di Roma, piazzale Aldo Moro 5, Roma
Facoltà di lettere e filosofia
Dipartimento di studi europei, americani e interculturali
aula II, terzo piano

La madre

visione (estratti) e discussione di:
Una mamma imperfetta, web serie di Ivan Cotroneo
Tutto parla di te, di Alina Marazzi

modera: Annalisa Perrotta
intervengono: Gabriella De Angelis, Ilaria Fraioli, Martina Berini

18.01.2014 (S)montare le figurazioni del femminile: La vittima

Sguardi sulle Differenze – Laboratorio di studi femministi «Anna Rita Simeone»
presenta il secondo seminario del ciclo 2013-2014: (S)montare le figurazioni del femminile

sabato 18 gennaio 2014
ore 9.30

Sapienza Università di Roma, piazzale Aldo Moro 5, Roma
Facoltà di lettere e filosofia
Dipartimento di studi europei, americani e interculturali
aula seminario, III piano

La vittima

discussione di:
una selezione di saggi sul femminicidio e sulla costruzione della vittima

modera: Serena Sapegno
intervengono: Manuela Fraire, Annalisa Perrotta, Claudia Marsulli

L’elenco completo dei testi da leggere per il seminario può essere consultato nella sezione materiali e in questa pagina, che contiene anche i link ai testi e ai video disponibili in rete.

Le fotocopie dei testi sono disponibili presso il centro fotocopie Mirafiori (Facoltà di lettere, piano interrato, davanti aula a vetri).

22.11.2013 Rileggiamo un classico: La mistica della femminilità

Sguardi sulle Differenze – Laboratorio di studi femministi «Anna Rita Simeone»
presenta il primo seminario del ciclo 2013-2014: (S)montare le figurazioni del femminile

venerdì 22 novembre 2013
ore 16.00

Sapienza Università di Roma, piazzale Aldo Moro 5, Roma
Facoltà di lettere e filosofia, Dipartimento di studi europei, americani e interculturali
aula seminario, III piano

Rileggiamo un classico del pensiero femminista

discussione di:
Betty Friedan, La mistica della femminilità, Castelvecchi 2012 (ed.or. 1963)

modera: Mariagabriella Di Giacomo
intervengono: Serena Sapegno, Federica Giardini, Sara De Simone

Continue reading

(S)montare le figurazioni del femminile: calendario 2013-2014

Sguardi sulle Differenze – Laboratorio di studi femministi «Anna Rita Simeone»

presenta il calendario 2013-2014

(S)montare le figurazioni del femminile

  • venerdì 22 novembre 2013, ore 16.00
    Rileggiamo un classico del pensiero femminista
    discussione di:
    Betty Friedan, La mistica della femminilità, Castelvecchi 2012 (ed.or. 1966)
    modera: Mariagabriella Di Giacomo
    intervengono: Serena Sapegno, Federica Giardini, Sara De Simone
  • sabato 18 gennaio 2013, ore 9.30
    La vittima
    discussione di:
    una selezione di saggi sul femminicidio e sulla costruzione della vittima
    modera: Serena Sapegno
    intervengono: Manuela Fraire, Annalisa Perrotta, Claudia Marsulli
  • venerdì 14 febbraio 2014, ore 16.00
    La madre
    visione (estratti) e discussione di:
    Una mamma imperfetta, web serie di Ivan Cotroneo
    Tutto parla di te, di Alina Marazzi
    modera: Annalisa Perrotta
    intervengono: Gabriella De Angelis, Ilaria Fraioli, Martina Berini
  • venerdì 14 marzo 2014, ore 16.00
    Le immagini delle donne
    discussione di:
    Alessandra Gribaldo e Giovanna Zapperi, Lo schermo del potere. Femminismo e regime della visibilità, Ombre Corte 2012
    modera: Sonia Sabelli
    intervengono: Carla Subrizi, Valeria Ribeiro Corossacz, Sara Gvero
  • venerdì 4 aprile 2014, ore 16.00
    La costruzione dell’identità
    visione e discussione di:
    Tomboy, regia di Celine Sciamma (Francia, Svizzera 2011)
    modera: Eleonora Carinci
    intervengono: Cristina Comencini, Ottavia Nicolini, Francesca Rinaldi
  • venerdì 16 maggio 2014, ore 16.00
    L’autorità
    discussione di:
    Luisa Muraro, Autorità, Rosemberg & Sellier 2013
    modera: Luisa De Vita
    intervengono: Fabrizia Giuliani, Laura Talarico, Flavia Rossi

Continue reading